Menù   Scarica il menù in formato PDF, oppure visiona la descrizione delle nostre offerte direttamente dal sito.  
  Ristorante   Guarda la galleria fotografica per avere una visione d'insieme dei nostri locali.  
  Dove siamo   Stai pensando di visitare il Duomo di Firenze, gli Uffizi, Ponte Vecchio o piazza S.Croce? Il nostro ristorante è a due passi da tutti questi luoghi.  
  Contatti   Telefona per prenotare, richiedi un preventivo via email o spedisci una cartolina dalla tua città.  
  Guestbook   Lascia la tua opinione sul ristorante, sul sito o sulle persone che hai conosciuto a "Il Cantastorie".  

Ristorante "Il Cantastorie" di Firenze

 Antica Gelateria Fiorentina
Antica Gelateria Fiorentina

 

Langue française

www.fabrymusic.it
-------
Live Music
Musica dal vivo
Tutti i venerdì e sabato sera
Every Friday and Saturday night
h20:00
-------

Il Cantastorie

Fin dai tempi più antichi, il cantastorie era colui che andava in giro a cantare e declamare le sue "storie".
Egli di solito si fermava nelle piazze, agli angoli di una strada, in un mercato, dove c'era tanta gente di passaggio e lì cominciava a cantare, a suonare e tutti si radunavano ad ascoltare e a guardare.
Intorno al Cantastorie quindi si formava il "treppo", che in gergo vuol dire grosso gruppo di gente.
Lo spettacolo era fatto con spontaneità e con improvvisazione, la musica era popolare, il linguagio semplice e spontaneo, adatto a suscitare emozioni e sentimenti.
Nel periodo medioevale, la musica era essenzialmente legata al culto religioso, con la rinascita carolingia cominciò ad estendersi e manifestarsi di carattere profano, infatti durante feste e banchetti si organizzarono balli e danze per allietare la vita di corte dei castelli.


Tra i banchetti medioevali e la rigida dieta d'oggi vi è una differenza profonda, il troppo e il niente in contrasto brutale. Un elemento ormai sparito e che, invece, dovrebbe accompagnare armonicamente i cibi è la musica. I commensali, un tempo, conoscevano codici musicali d'accompagnamento ai cibi, per cui dal suono degli strumenti sapevano quale pietanza stava arrivando: gli strumenti a fiato accompagnavano i cibi più leggeri; quelli a percussione i cibi più forti destinati a svegliare negli animi sentimenti di passione; gli strumenti a corda si univano ora a questi ora a quelli.
Ogni vivanda era accompagnata da una musica diversa: le trombe iniziavano il banchetto svegliando l'appetito, poi il turno delle viole ad arco, dei flauti, del clavicembalo, del flauto d'Alemagna, dei rebecchini, dell'orchestra, degli organi a più registri... il tutto in un tripudio di canti e recite di madrigali e di note scherzose lanciate da buffoni che andavano attorno alla tavola nell'abbondanza di salviette bianche, di caraffe e caraffine, fiori e pani di varie fogge. Quando si leggono queste descrizioni ci si rammarica di essere nati in un secolo dove la regola principale da osservare è la fretta, sia nel mangiare che nella preparazione del cibo.
Noi del Cantastorie ci stiamo riprovando. E voi...?

 

Hotel Cristina - In the heart of Florence
Hotel Cristina


 
Pagamento accettato: Carte del circuito American Express··Pagamento accettato: Carte del circuito Cirrus··Pagamento accettato: Carte del circuito Diners Club International··Pagamento accettato: Carte del circuito MasterCard··Pagamento accettato: PagoBancomat··Pagamento accettato: Carte del circuito Visa
KaosAD Creative Commons - Some right reserve cantastorie.net 2007
Segnalato da: MediaTurismo
Abaco - AllTheWeb - Altavista - AOL - Arianna - Aristotele - CercaIn - Dymmy - eFind - Gigablast - Google - HotBot - Il Motore - Il Trovatore - Interfree - Lycos - MSN - Pagine Gialle - Virgilio - Yahoo